Il Counseling

Il counseling, in linea con quanto afferma la American Counseling Association, è un rapporto che il professionista instaura con il proprio cliente, che facilita la comunicazione con gli altri, migliora la qualità della vita e rende più efficace e soddisfacente l’interazione in determinati contesti come quello personale, familiare, scolastico e lavorativo. Lo scopo è di favorire la presa di consapevolezza e di responsabilità nelle scelte personali.

Il counselor è dunque un professionista competente ed efficace nella comunicazione interpersonale, intesa come capacità di “stare con” per cogliere nelle parole del cliente le sue soluzioni del problema.

Nei diversi contesti il counseling facilita l’emergere delle competenze del cliente e ne promuove le risorse attive, favorendo le relazioni non conflittuali.

Pertanto il counseling si differenzia dagli interventi di psicoterapia che sono invece volti alla cura, alla riabilitazione e al cambiamento strutturale della personalità; si differenzia altresì dall’intervento psicologico che è volto al sostegno e all’intervento sul disagio.

La formazione teorica del counselor è basata sullo studio delle discipline psicologiche, delle tecniche di comunicazione e di counseling.

Si ritiene indispensabile a completamento della formazione del counselor un percorso terapeutico personale ed una supervisione svolta esclusivamente da psicologi o psicoterapeuti iscritti all’albo, esperti in counseling.